Piero Paladini Art & Design

Selfi il ragazzo albero

E-mail Stampa

La mia scoperta del mondo ebbe inizio nello stesso istante in cui uno sconosciuto mi portò via dalla mia famiglia, dopo aver raggirato ben bene prima mio padre e poi mia madre.
Sino ad allora avevo vissuto anni felici con i miei fratelli, nella mia casa e anche se avevamo poco, quel poco insieme a noi stessi era tutto quello di cui avevamo bisogno, e il mondo era quello attorno, con tutte le cose conosciute e, poco più in là, quelle sconosciute e narrate sottovoce, come per non farsi sentire, dai miei genitori, nei giorni freddi di inverno attorno al fuoco.
Ciò che mi aiutò nei primi istanti fu il fatto di non esser solo, visto che sullo stesso carro dove ero stato caricato e rinchiuso vi erano due ragazzini, anche se solo uno di loro, quello più piccolo, aveva il mio stesso sguardo spaurito e disorientato, l’altro, di qualche anno più grande, era sereno e sorrideva.

Leggi tutto

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 06 Febbraio 2014 16:26 )  
You are here: Home Racconti e fiabe Selfi il ragazzo albero