Piero Paladini Art & Design

Mutamenti e metamorfosi - Dedalo e Icaro

E-mail Stampa
Indice
Mutamenti e metamorfosi
Le Trasformazioni
Il diluvio
L’età dell’oro
L’età dell’argento
L'età del bronzo
Narciso
Dedalo e Icaro
Teseo
Apollo e Dafne
Giove, Io, Argo
Amore e Psiche
Tutte le pagine

Dedalo e Icaro

Dedalo e Icaro

Q uesta vicenda sulla quale si è tanto scritto e poco discusso, dimostra bene come, il ricorso sistematico alla tecnica non fa che generare problemi svuotando di umanità ogni vicenda provocando, spesso, un tragico esito finale. Il modo di procedere di Dedalo è freddo e circostanziale. È un ambizioso calcolatore anche opportunista che non si pone mai il problema del significato più profondo delle sue azioni, ma mira alla realizzazione dei suoi obiettivi. “Dedalo è uno scienziato senza scrupoli, ma dotato di intelligenza superiore capace di realizzare stupefacenti imprese: è lui che costruisce una giovenca di legno nella quale si nasconde la vezzosa moglie di Minosse per avere amplessi con il bellissimo toro offerto da Poseidone al marito, è Dedalo che costruisce un complicatissimo labirinto dal quale nessuno è in grado di uscire, ed è ancora Dedalo che suggerisce ad Arianna lo stratagemma del filo che consentirà a Teseo di venir fuori dall’intricato groviglio dopo aver ucciso il Minotauro. Dedalo, dunque é un uomo pericoloso potenzialmente disposto a tutto, è colui che uccide, che aiuta a uccidere o che fa uccidere, assassino geloso del proprio allievo e discepolo, omicida per imprudenza del proprio figlio Icaro, complice dell'uccisione compiuta da Teseo del Minotauro, istigatore dell'assassinio di Minosse suo sovrano". Dedalo incarna, mirabilmente, l’uomo che rinuncia a capire il senso più profondo delle proprie azioni e si affida completamente alla tecnica per risolvere i problemi che incombono sulla società del tempo, si stacca dalla propria anima e cade inconsapevolmente preda del “complesso di Dedalo” cioè dell’insana ambizione di colui che sa ma che non ha sentimenti. Questa dinamica inconscia è presente in molti settori della società moderna ed in particolare nella società del XXI secolo impregnata e condizionata dalla fredda tecnologia ed incurante di ogni manifestazioni dell’anima. Dedalo potrebbe paragonarsi ad un freddo tecnocrate che pur di raggiungere i suoi obiettivi non esita ad ignorare i risvolti umani delle sue azioni innescando nella società che gli è intorno un malessere ed un disagio che spesso si manifesta in un mal d’anima sempre più diffuso e, purtroppo assai refrattario alle cure tecniche e troppo parziali del moderno Dedalo.



 
You are here: Home Opere Mutamenti e metamorfosi Mutamenti e metamorfosi - Dedalo e Icaro