Piero Paladini Art & Design

Mutamenti e metamorfosi - Il diluvio

E-mail Stampa
Indice
Mutamenti e metamorfosi
Le Trasformazioni
Il diluvio
L’età dell’oro
L’età dell’argento
L'età del bronzo
Narciso
Dedalo e Icaro
Teseo
Apollo e Dafne
Giove, Io, Argo
Amore e Psiche
Tutte le pagine

Il diluvio

Il diluvio

E venne il giorno in cui il cielo si oscurò e tutto, intorno al Dio, sembrò come disfarsi trascinato in un grande gorgo ed il mare si rigonfiò pure quello inscurito da tormentati marosi. Dietro ogni tronco nella grande foresta occhieggiava cupido il tradimento e, quando il vento iniziò a soffiare furioso, il corpo svuotato da ogni sentimento prese a volteggiare trascinato verso un misterioso lontano. Il Dio stupì davanti a tutta quella nefasta esistenza e lasciò che gli uomini feroci sparissero negli abissi tremendi della vendetta che loro stessi avevano, per lungo tempo, perseguito. Nel cielo roteavano nubi sempre più cupe e rigonfie di rancori sopiti. Solo un misero “vasello” ondeggiava tra i flutti in attesa del sorriso del Dio. Lì, sul misero battello, la dolce Pirra viveva con il suo sposo perché il Dio aveva salvato il loro bene di dentro e quando per sette volte la luna fu spinta nel loro cielo splendente, riapparve il sole e il mare s’era chetato e il vascello si arenò sulla spiaggia e tutto era deserto e solitario e non si vedeva alcun traditore e nemmeno il giaguaro in agguato né il tedoforo vendicatore. Tutto era silenzio e pace. Era il tempo giusto, voluto dal Dio, per sciogliere le pietre negli animi dei nascituri.



 
You are here: Home Opere Mutamenti e metamorfosi Mutamenti e metamorfosi - Il diluvio